La playlist INDIE su Spotify è un gran fake, roba mainstream e HI-FI.
E' scandaloso che ci siano lì in mezzo i Daft Punk, MGMT, Kings of Leon, e vengano dimenticati gli artisti delle etichette LO-FI indipendenti che fanno di tutto per rimanere poveri ed esibirsi all'ARCI Biko davanti a loro mamma e loro nonna.


ECCOVI QUA UNA BELLA PLAYLIST INDIE DA ASCOLTARVI CON I VOSTRI AMICI CHE RIMPIANGONO IL ROCKET E IL PLASTIC COME ERANO AI VECCHI TEMPI.


I cani - Come Vera Nabokov

Officina della Camomilla - Morte per colazione

Maria Antonietta - Giardino Comunale


Le Luci della Centrale Elettrica - MacBeth nella nebbia

Nobraino - Endorfine

L'orso - Con i Chilometri contro


Dente - Miracoli

Management del dolore post-operatorio - Pornobisogno

Baustelle - Il Liberismo ha i giorni contati


Colapesce - Lefoglie appese

Teatro degli Orrori - Direzioni diverse

I Ministri - La pista anarchica

Eva mon Amour - Si stava meglio prima

Brunori SAS - Le quattro volte


Giorgio Canali & Rossofuoco - Controvento

Pan del Diavolo - Scimmia urlatore
Reazioni: